lunedì 3 dicembre 2012

Moriremo tutti

è da un po' di tempo che mi domando quale fosse lo scopo originario di questo blog, ammesso che ne avesse uno. Mi ricordo di aver accettato l'incarico di amministratore e, ci tengo a ribadirlo rigorosamente senza stipendio per dare il buon esempio a tutti gli italiani, quando ero sotto l'effetto di allucinogeni. Droghe pesanti? No, i monologhi di Saviano. Forse il motivo fondante della creazione e nascita di questo blog era l'organizzazione di un'orgia il 21 dicembre con la scusa della FINE DEL MONDO? In effetti questo blog non è stato pubblicizzato a dovere. Ma del resto chi darebbe credibilità a un sito che si intitola LA FINE DEL MONDO. Chi? A parte Giacobbo, Daniele Bossari, Marco Amleto Belelli, Domenico Scilipoti, i tesserati di casapound.
Mi sono accorto che sono più gli autori che i post pubblicati e i follower son quasi tutti dello staff. Ma bando alle ciance, parliamo di cose meno serie. Leggendo il contatore qui a fianco, noto che mancano 17 giorni e qualche ora alla fine. Secondo i Maya. Secondo chi?
Voi sapete come sono finiti i Maya? Com'è stato possibile che quella gloriosa civiltà sia scomparsa improvvisamente? Non sono stati i conquistadores, non è stata la SARS, non sono stati gli alieni. Una meteora? No. Sapete che avevano fatto quei geni dell'astronomia, della matematica e delle scienze in toto? Per costruire case, dighe, fare pire per i morti, pali per infilzare quelli che gli stavano antipatici, hanno abbattuto tutte le foreste che potevano abbattere (e senza le motoseghe, altrimenti sarebbero durati tre anni). Come noi. Noi che siamo quelli con la corruzione a livelli record e l'evasione fiscale al secondo posto nel mondo. Abbattendo gli alberi, come è noto, viene meno il sostegno al terreno che è utilissimo a contenere le acque durante piogge e nevicate.Insomma quei fenomeni si sono dati la zappa sui piedi. E noi dovremo dar retta a una loro profezia? Ma se non sono stati capaci neppure di sapere quando sarebbe arrivata la loro fine! Se ci fossero state le primarie, avrebbero scelte cosa abbattere e cosa no. Il dissesto idrogeologico, ce lo dice sempre Luca Mercalli, quel signore con il papillon che parla da Fazio. E ce lo dice Mario Tozzi, il signore con la piccozza che parla con il dinosauro finto. Due che saranno i primi a scomparire, perché abitando in case di legno scopriranno quanto è divertente una scarica elettrica da 200mila volts.



10 commenti:

  1. Verissimo! Dolorosamente verissimo.

    RispondiElimina
  2. non solo bravo ma.... FINALMENTE!

    RispondiElimina
  3. uhm...
    se deve finire il mondo... che finisca, però che sia per tutti,
    perché se dovesse sopravvivere qualcuno... io voglio diventare un fantasma, e gli andrò a rompere i coglioni TUTTE LE NOTTI!!!

    RispondiElimina
  4. Evidentemente molti di noi devono aver pensato: "Cazzo, restano solo pochi giorni, mica posso passare il mio prezioso tempo a pubblicare su questo blog o a pubblicizzarlo!?!?!". Beh, avete visto?! I Maya erano dei cazzoni, quindi TRANQUILLI, nessuno di noi e dico NESSUNO sta per lasciarci le cueghySTTÀEWSAklht rt r àtà<z

    RispondiElimina
  5. (Credo che la parte finale del Democritico sia una grattata grattacielica, non sono riuscito a tradurla. "Non ci credo, ma non si sa mai...").
    A questa dei maya pare si sia aggiunta la previsione di una setta buddista tibetana che, all'incirca per la stessa data, prevede un fortissimo terremoto su Roma.
    Qualcuno dovrebbe già pensare alle primarie per trovare la città candidata a diventare il nuovo truogolo capoluogo d'Italia.
    E poi c'è la previsione che nel 2013 Monti sarà confermato alla guida del governo...
    Buon 21 dicembre a tutti!

    RispondiElimina
  6. il 21 dovrtebbe essere il grande evento, ma io credo che si dovrà continuare a soffrire su questa terra ancora a lungo

    RispondiElimina
  7. non c'è molto da preoccuparsi, pare che abbiano spostato l'evento al 15 febbraio

    RispondiElimina

Drink!